.
Annunci online

in rif: al protocollo d'intesa tra il Ministero dell'Ambiente e la Direzione Nazionale Antimafia al fine di contrastare l'infiltrazione della criminalità organizzata nel mercato dello smaltimento dei rifiuti.
post pubblicato in diario, il 13 ottobre 2009
Carissimo on. Luigi De Magistris, 
sono un cittadino italiano, iscritto all'IDV e turbato parecchio da come questo governo intende risolvere l'emergenza tossica che ci sta avvelenando lentamente, affidandola all'attuale Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e all'attuale Procuratore Nazionale Antimafia. Ma stiamo scherzando? 
Cioè stiamo parlando della Prestigiacomo (
CIT: wikipedia
"La Sarplast dell’attuale ministro dell’ambiente fallì nel 1997 a causa di una serie di incidenti e malattie dei dipendenti e nel 2000 finì sotto inchiesta da parte della Procura di Siracusa con un fascicolo che parla di lesioni colpose. 3 operai hanno avuto figli con malformazioni congenite, altri operai non fumatori si son ritrovati dopo 10 anni polvere nei polmoni, un dipendente morì cadendo da un traliccio, pochi mesi prima un altro dipendente rimase gravemente ferito. Un’irruzione della Polizia nelle aziende dei Prestigiacomo rilevò una serie di violazioni. 
La procura di Siracusa indaga sul fallimento della Sarplast poiché sono venuti a galla ammanchi di diverse decine di miliardi di vecchie lire sottratte alle casse della società madre e di quelle controllate, attraverso numerose operazioni illecite. 
Alle grane che riguardano salute e la sicurezza dei dipendenti delle aziende dei Prestigiacomo, si aggiunge la grana del crack Sarplast e le pendenze col fisco per 6 miliardi di vecchie lire accumulate in un triennio. 
Il maxiemendamento del precedente governo Berlusconi che escluse dalla punibilità i reati tributari e quelli connessi al loro occultamento, permisero alla Procura siciliana di avviare un'indagine per bancarotta poiché nel 2003, l’allora presidente Ciampi non firmò la tanto agognata amnistia." 
e di Piero Grasso entrato a far parte della Procura Nazionale Antimafia con una modifica legislativa della compagine di mafiosi/pidduisti/maccartisti/avvelenatori all'attuale Governo che la Corte Costituzionale ha dichiarato illeggittima? (
CIT: wikipedia
"Essendo probabile nel 2005 la nomina di Caselli a Procuratore Nazionale Antimafia il governo Berlusconi III per evitare questo effettua una modifica legislativa. Viene quindi presentato un emendamento dal senatore Luigi Bobbio (AN) alla legge delega di riforma dell'ordinamento giudiziario (la cosiddetta "Riforma Castelli"). Con questo emendamento, Caselli non poté più essere nominato per quel ruolo per superamento del limite di età. La Corte Costituzionale, successivamente alla nomina di Piero Grasso quale nuovo Procuratore Nazionale Antimafia, dichiarò illegittimo il provvedimento che aveva escluso il giudice Gian Carlo Caselli dal concorso." 
e loro dovrebbero riflettere e coordinare queste informazioni? 
Sarebbe come dare la gestione della balneazione a dei piranha!!! 
E dato anche che la gestione della ricerca del cancro è affidata all'"on." 
Veronesi dichiaratosi favorevole all'incenerimento dei rifiuti e alle centrali nucleari, possiamo stare pur certi, per teorema e non per ipotesi, che le navi dei veleni resteranno sommerse, che l'ILVA continuerà a contaminare Taranto, che l'Italia diventerà il regno del cemento e della diossina e che, presto, moriremo tutti di cancro. 

Chiedo un Suo intervento, per favore. 
allegato: 
http://video.palazzochigi.it/prestigiacomo071009.asx
Sfoglia settembre        gennaio
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca