.
Annunci online

sullo scudo fiscale e sulle assenze del pd
post pubblicato in diario, il 10 ottobre 2009
Come cittadino italiano chiedo la radiazione dall’Albo Nazionale Avvocati per inadeguatezza di "Mavalà" Ghedini detto Lurch che ha ribadito il 6 ottobre 2009 davanti alla Corte Costituzionale al Palazzo della Consulta "La legge è uguale per tutti, ma non necessariamente lo è la sua applicazione" e quindi reo di aver trascinato il suo maggior cliente a una sconfitta senza precedenti, senza la conoscenza almeno scolastica della Nostra Costituzione . Ricordo che quest’uomo è contemporaneamente l’avvocato personale di Berlusconi, un deputato di Berlusconi e il rappresentante legale del Governo Berlusconi. 
Vergogna per questa inadeguata opposizione che con le sue assenze ha fatto passare lo scudo fiscale! Che di scudo fiscale ha ben poco e che in realtà è un condono pro mafie, che leggittima l’illegalità in Italia. Vergogna al PD e a Franceschini che in una intervista di Alex ci aveva promesso serie sanzioni per i deputati assenti al momento del voto finale sullo scudo fiscale.  Faccio i nomi: Ileana Argentin, Paola Binetti, Gino Bucchino, Angelo Capodicasa, Enzo Carra (motivi di salute), Lucia Coldurelli, Stefano Esposito, Giuseppe Fioroni, Sergio D'Antoni (che fa sapere di essere ricoverato in ospedale), Antonio Gaglioni, Dario Ginefra, Oriano Giovanelli, Gero Grassi, Antonio La Forgia, Marianna Madia (anche per lei motivi di salute), Margherita Mastromauro. Ed ancora: Lapo Pistelli con Linda Lanzillotta e Giovanna Melandri (che cosa ci fosse di più importante per il PD a Madrid del voto finale sullo scudo fiscale è un  mistero), Massimo Pompili, Fabio Porta, Giacomo Portas. Dalle notizie in mio possesso fino ad adesso c’era la remota probabilità di espellere Gaglioni dal gruppo parlamentare del PD e un cartellino giallo per la Binetti che difficilmente riuscirà a convincere i colleghi che il convegno della Croce Rossa valeva più della seduta in aula e che è stata la prima a scagliarsi in questa settimana contro Gaglioni. ..............La teodem!..........  Ricordo che Gaglioni che ha giocato d’anticipo passando al Gruppo Misto,  come da copione degno di un suo avversario di questa improponibile destra, ha prontamente ricattato il partito. Non dicendo che è stato assente in aula in ben 4045 votazioni, ma che il partito ce l'avrebbe con lui perchè nel 2008 denunciò i mali nel governo della sanità barese, anticipando di un anno la vicenda di Tarantini e delle sue putas. 
Gradirei che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano respingesse, rivolgendo un monito ai mittenti, i decreti legge incostituzionali come lo scudo fiscale. Cito la sua dichiarazione rilasciata alla stampa "Nella Costituzione c‘è scritto che il Presidente promulga le leggi. Se non firmo oggi il Parlamento rivota un’altra volta la stessa ed è scritto che a quel punto io sono obbligato a firmare. Questo non lo sapete? Se mi dite "non firmare" non significa niente".
 Vorrei ricordare a tutti che è proprio la Costituzione che affida al capo dello Stato il compito di rimandare le leggi alle Camere controllando in prima istanza la loro costituzionalità.
Vorrei rivolgere, da cittadino, un monito all’on. GiulioTremonti il quale ha dichiarato che le banche stanno preparando una nuova crisi! In questo modo ha cercato di deresponsabilizzare il governo per non avere un piano per contrastare quella attuale-ampiamente condivisa e conclamata. Ricordo che ad Annozero del 26 febbraio 2009 ci raccomandò di chiudere i libri di economia e di aprire la Bibbia, ma forse perchè aveva scoperto di non essere abbastanza capace come Ministro dell’Economia e delle Finanze e nonostante ciò, non aveva nessuna intenzione di dimettersi? 
Cito un articolo comparso sul blog di Beppe Grillo riguardante lo Scudo Fiscale "Lo Scudo Fiscale ha avuto molti padri. Partiti, banche, Confindustria, sindacati, il presidente della Repubblica, la criminalità organizzata. Nessuno di loro ha alzato la voce, non la Marcegaglia degli inceneritori, non Luca Cordero di Montezemolo, non la Triplice, non l'Associazione Bancaria Italiana (ABI), non Morfeo. E non ci potevamo aspettare che lo facessero al loro posto le MAFIE!!! 300 miliardi di euro non dichiarati al fisco rientreranno in Italia. Con una tassa del 5% saranno riciclati nell'economia italiana con la garanzia dell'anonimato. Quando varcheranno la frontiera saranno le banche le prime ad accoglierli. I banchieri dell'etica nella finanza, tra cui Passera e Profumo, ospiteranno i capitali mafiosi, estero su estero, sottratti alle tasse, frutto di bancarotta nei loro depositi. Hanno rifiutato i Tremorti bond, ma accettano con gaudio i Mafia bond. Chi, realisticamente, può disporre di decine o centinaia di milioni di euro all'estero se non i medi/grandi industriali? Ora, per finanziare le loro imprese in un momento di crisi, hanno bisogno di far rientrare capitali "puliti". Per loro lo Scudo Fiscale è una manna. Gli immobiliaristi con il credito a secco e il cemento in corso hanno bisogno di ossigeno per la loro attività devastatrice del territorio. E lo avranno grazie allo Scudo Fiscale. Il silenzio dei sindacati si spiega soltanto con la speranza di lavoro, lavoro, lavoro. Non importa se da capitali di evasori, se per opere inutili o dannose. Tutti in torta, tranne i cittadini che si ostinano a pagare le tasse contro i loro stessi interessi. I capitali di rientro favoriranno la concorrenza sleale, faranno fallire le imprese oneste, in particolare le piccole e le medie che pagano tutte le tasse, anche quelle presunte, anche con un anno di anticipo. L'evasore condonato che paga il 5% può reinvestire, diminuire i prezzi, comprare aziende. Chi paga il 60% pronta cassa, può solo cercare di sopravvivere. Per ultimo c'è il grande senso di sconforto di chi ancora, testardamente, coltiva il piacere dell'onestà e forse, non se lo può più permettere. Bisogna avere una grande forza d'animo per pagare le tasse. Per vedere gli evasori premiati. I furbi con il Suv e la barca e la tua azienda fallita o licenziato. Per pagare le bollette sempre più numerose e più care. Gli ultimi saranno i primi, forse. Ma gli onesti in Italia sono sicuramente gli ultimi. Gli stupidi, i fessi. Coloro che sono derubati anche dell'orgoglio di fare il proprio dovere."
Da un post di Marco Dallai della lista civica Guardiastalla 5 stelle e dell’Olandese volante.
Lo  Scudo Fiscale è una protezione che lo Stato offre a chi ha commesso una determinata serie di reati finanziari (evasione fiscale, falso in bilancio) e ne ha nascosti i proventi all’estero. Lo Stato dà la possibilità di riportare i soldi in Italia, pagando una modica cifra e in ANONIMATO. Quindi si può parlare di omertà, complicità e favoreggiamento di Stato. Chi ci perderà, come sempre, saranno i cittadini che pagano le tasse, solitamente più poveri dei criminali evasori, perché pagheranno i servizi dello Stato anche per i ladri. L’approvazione di queste legge, assieme al fatto che il precedente governo Berlusconi ha praticamente polverizzato la punibilità per evasione fiscale, è un altro incentivo a non pagare le tasse, perché tanto prima o poi ci sarà un altro condono e si pagherà le tasse per il 5% invece che il 50. Ma si usufruirà al 100% dei servizi che gli altri cittadini, quelli onesti, e  che pagano tutte le tasse, forniranno: le strade, la luce, l’acqua, la nettezza urbana, la scuola, la sanità. Alcuni potrebbero dire che anche all’estero si fanno i condoni fiscali. E’ vero anzi verissimo peccato solo che la tassa da pagare sui capitali in rientro non è del 5% ma passa dal 15% della Francia al 49% degli Stati Uniti. Ed inoltre NON in anonimato. Anzi si deve pure rivelare in che modo, quando, perché, dove il denaro è stato portato. È l’ennesimo condono dell’era Berlusconiana. E dire che Tremonti aveva dichiarato che non ci sarebbero stati mai più condoni. Va beh è anche vero che smentire se stessi è abbastanza diffuso tra la maggioranza di governo.
Sono qui per chiedere al PD di sanzionare severamente i deputati assenti al voto finale sullo scudo fiscale come dai loro rappresentanti garantito agli elettori in numerose rassegne stampa.
Sfoglia settembre        gennaio
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca